Coordinato da Azienda Speciale Consortile “COMUNI INSIEME PER LO SVILUPPO SOCIALE” nell’ambito del bando regionale “La Lombardia è dei giovani 2021”, aveva inizialmente lo scopo di promuovere e mettere in rete tra loro iniziative di attivazione dei giovani, di sviluppo delle loro capacità e delle abilità essenziali per essere cittadini attivi. RETE ITER ha condotto il processo di ridefinizione e riorientamento del programma in laboratori partecipati dai servizi comunali e dagli ETS responsabili delle politiche giovanili di Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Senago e Solaro. Dopo questa fase il progetto si è focalizzato sull’assunto:

Offrire al contesto delle politiche giovanili locali e alle organizzazioni che le curano una migliore capacità di sviluppare azioni basate su una più evoluta e adeguata capacità di ascolto dei giovani, che e ’la premessa necessaria per:

  • coinvolgere i giovani attivamente e in un reale protagonismo
  • migliorare l’offerta

Tutte le Azioni sono state sviluppate in questa prospettiva e come campo di osservazione e confronto coi giovani coinvolti.

Tutte le attività sono state intese come una opportunità per capire come “cambiare idea sui giovani” considerando questa la base su cui avviare un percorso di innovazione in cui

  1. Il Sistema e ogni suo attore si attendono che si riduca il gap tra Istituzioni/Servizi e vita quotidiana dei cittadini; tra Formale e Informale (VISION)
  2. Sia l’uno che gli altri ristrutturano- ciascuno a seconda del proprio ruolo e delle relative responsabilità- la loro organizzazione orientandola alla Visione ridefinita (MISSION)
  3. Per soddisfare la propria Mission adottano una strategia basata sulla valorizzazione del capitale- giovani (STRATEGIA)

In particolare, una attività inizialmente non prevista di interviste a giovani ideatori e conduttori di progetti per la cittadinanza, ha prodotto risultati di grande rilevanza, utilità e innovatività che RETE ITER ha sintetizzato e tradotto in “Raccomandazioni per l’innovazione” che ha posto alla base del Rapporto di Valutazione di Impatto e Piano di Sostenibilità.

APPROFONDIMENTO