Presentato nel quadro del Programma Erasmus+ da Associazione DIFFERENZA DONNA e UNIVERSITA’ DELLA TUSCIA aggiorna e rafforza procedure e metodologie di valutazione del rischio di violenza di genere soprattutto testando l’applicazione di modelli (SARA e ISA) di valutazione del rischio di recidiva in particolare rispetto a bambine e adolescenti. In questo, il progetto raccoglie le indicazioni di EIGE (Istituto europeo per l’uguaglianza di genere) che raccomanda “che gli strumenti di valutazione del rischio siano utilizzati in combinazione con una varietà di altre fonti di informazione, comprese le caratteristiche e le percezioni del rischio delle donne” e “gli strumenti di valutazione del rischio devono essere sufficientemente flessibili e dinamici per tenere conto dei rischi unici che possono essere associati a gruppi specifici di donne come le donne migranti, le donne rifugiate, le donne anziane, lesbiche, gay, bisessuali, transgender, individui queer e intersessuali e le donne con disabilità” (Risks Assessment and management of intimate partner violence in the EU, 2019).

RETE ITER conduce le attività di Monitoraggio e valutazione: 1) delle attività formative, 2) dei loro effetti di rafforzamento delle competenze professionali individuali, 3) dell’incremento di capacità di networking e cooperazione tra unità operative e servizi, 4) dell’empowerment organizzativo dell’Associazione capofila.

SCHEDA DI PROGETTO